sabato 30 maggio 2015

Una polemica di "bassa lega" dell'Ugl Polizia

 Risultati immagini per raffaele padrone

Sotto il titolo "La denuncia: 'Poliziotti trattati peggio dei profughi' ", un articolo del Messaggero Veneto firmato da Enri Lisetto, riporta le dichiarazioni del vicesegretario nazionale di Ugl Polizia, Raffaele Padrone (nella foto), secondo il quale i poliziotti che presteranno servizio ai seggi elettorali in questo fine settimana (il riferimento territoriale non è citato), saranno trattati peggio dei profughi: a questi ultimi vanno trenta euro al giorno, per il pranzo e la cena delle forze dell'ordine, la metà, attraverso un servizio di catering: in sintesi, secondo Padrone, mentre i profughi "mangiano in hotel", ai poliziotti andrà il cibo tipico degli ospedali, "pastina in brodo e gallina bollita" (qui).


^^^^^^
 
A mio parere, ancora una volta, nelle dichiarazioni di un sindacato di Polizia vi è la dimostrazione del punto al quale possa arrivare la difesa corporativa del proprio orticello, del non saper "vedere" la realtà con la quale quotidianamente gli stessi poliziotti si confrontano - quella dei richiedenti asilo, provenienti da paesi in guerra -: una polemica degna di un politicante a caccia di facili voti.

Gaetano Toro

 

venerdì 22 maggio 2015

Scriveteci!

 Risultati immagini per scrivere



Rinnoviamo l'invito ai visitatori, appartenenti o meno alla Guardia di Finanza, ad inviare loro commenti e notizie, ricordando, oltre al blog, anche gli indirizzi mail: ilmovimentofd@yahoo.it e gaetano.toro@libero.it,  e il sito facebook : Redazione Movimento | Facebook, (che conta, ad oggi, 1758 "mi piace") garantendo a chi non volesse comparire con il proprio nome e cognome - che vi chiediamo di fornirci per una questione di trasparenza - l'uso della formula, adottata dalla carta stampata, della "lettera firmata".


Aspettiamo di leggervi!

Grazie per l'attenzione.

Gaetano Toro

giovedì 21 maggio 2015

Il carcere come "extrema ratio", in "Abolire il carcere" (Chiarelettere)


 Risultati immagini per abolire il carcere



É da poco uscito per Chiarelettere il libro "Abolire il carcere", scritto da Luigi Manconi, Stefano Anastasia, Valentina Calderone e Federica Resta, con una postfazione di Gustavo Zagrebelsky. 

Gli autori mettono in evidenza le negatività del nostro sistema carcerario, capace di produrre la recidiva, cioè la commissione di nuovi reati da parte di coloro che vi hanno trascorso un periodo, nel 68% dei casi. La soluzione proposta nel testo è quella, in sintesi, di ridurre al minimo il ricorso alla custodia cautelare in carcere (limitandola ai casi di effettiva pericolosità sociale del condannato in via definitiva), potenziando strumenti quali la depenalizzazione dei reati minori e le misure alternative (pene pecuniarie, interdizioni, azioni risarcitorie del reato verso la vittima o la collettività), e "umanizzando" il più possibile le nostre carceri per le funzioni residuali che, nella proposta, dovranno svolgere.

Qui, un'intervista ad uno degli autori, il senatore Luigi Manconi, dal sito di  Radio Radicale..

Gaetano Toro

domenica 17 maggio 2015

Declassificati gli atti della strage di Peteano

 Risultati immagini per strage di peteano

In settimana gli organi d'informazione hanno dato la notizia della pubblicazione, attraverso la consegna all'Archivio Centrale dello Stato, delle carte relative all'inchiesta giudiziaria sulla strage neofascista di Peteano, in provincia di Gorizia, dove il 31 maggio 1972 morirono tre carabinieri: Antonio Ferraro, Donato Poveromo e Franco Dongiovanni, e due, Angelo Tagliari e Giuseppe Zazzaro, vennero gravemente feriti. La declassificazione degli atti, effetto della decisione del governo dell'aprile 2014  (riguardante anche i fatti di Ustica, Italicus, Piazza Fontana, Piazza della Loggia, Gioia Tauro, stazione di Bologna e Rapido 904), permetterà ora agli storici di dare un quadro più completo della strategia della tensione, delle presunte complicità di quelli che all'epoca si chiamavano "pezzi deviati dello Stato" (qui un post sull'argomento, dal blog La lente). 

Gaetano Toro

lunedì 4 maggio 2015

Un commento del prof. Mario Baldassarri sulla recente sentenza della Consulta in materia pensionistica

 Risultati immagini per pensioni

In un'intervista a Claudio Landi di Radio Radicale, l'economista Mario Baldassarri ha parlato della recente sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittimo il mancato adeguamento Istat delle pensioni superiori a tre volte il minimo Inps, e in generale sulle caratteristiche del nostro sistema pensionistico (qui).

Gaetano Toro